SERVICES dell’Annata 2015-2016

Quest’anno i Service del Club sono tre:

  1. Dare una Borsa di studio al migliore allievo della Accademia Navale di Livorno. Questo è un service, divenuto una costante del nostro Club sin dal 2001-2002 in onore alla Marina Militare Italiana, che è sempre stata molto vicina al Nostro Lions Club, sin dagli inizi del Club stesso, per effetto dei soci fondatori e dei primissimi soci tutti amanti del mare ( Ammiraglio LENZI, e i Comandanti Caputi e Peliti), e per rafforzare lo spirito comune che anima i Lions e la MMI (we serve)
  2. Un secondo service di club  è emerso quest’anno da una indagine collettiva svolta fra di noi soci. E’ nata la volontà di fornire uno strumento tecnologico di supporto ad un cieco: un BEL ( Bastone Elettronico Lions) . A tal fine  il Club si è impegnato a reperire denari  da integrare eventualmente con fondi del Club o con ulteriori raccolte, fino a potere comprare e donare il Bastone Elettronico per ipovedenti.
  3. un terzo service sarà la donazione – alla fine dell’anno –  di un contributo alla L.C.I.F, di un importo che sarà la risultante dei nostri “risparmi” nel corso dell’annata:    Era infatti programmatico, sin dall’inizio dell’annata, il non accettare – in linea di massima – di  frazionare l’intervento umanitario del Tyrrhenum, aderendo via via alla richiesta dei molteplici “modesti aiuti” richiesti dalle iniziative degli altri LC., per devolvere un importo più significativo.

Per quanto riguarda il punto 1)  la Borsa di Studio al Migliore Allievo dell’Accademia militare di Livorno, si rimanda alla serata in cui la borsa stessa è stata erogata, 26 novembre 2015 .

Per quanto riguarda il Bastone Elettronico Lions , si segnalano in questa sede i punti salienti della Donazione:

  1. formulazione di una serata apposita e delle modalità per la raccolta di fondi per attivare una base economica, eventualmente da integrare, per effettuare la donazione (SERATA DEGLI AUGURI)
  2. ricerca di un beneficiario che ne abbia veramente bisogno;  attivazione dell’Unione ciechi di Roma, e attivazione di successivi passa-parola fra le varie persone che via via si incontravano.  
  3. Identificazione di un possibile beneficiario, nella figlia di un ex direttore della agenzia bancaria BCC  presso cui il Roma  tiene il conto corrente di deposito dei propri denari, la quale , cieca dalla nascita, ha ora 19 anni e sta frequentando il liceo linguistico e  molteplici corsi per assistenza all’abilità motoria.
  4. Incontro e verifica con il padre della ragazza non-vedente, della reale necessità  di un supporto quale il BEL e della  reale esperienza, già consolidata, di uso del “bastone per ciechi”.
  5. Identificazione della Fonte di fornitura del BEL  e successiva raccolta dei dati tecnici necessari per il dimensionamento del bastone ed il suo conseguente ordine.
  6. Integrazione dei denari raccolti  (440 euro) attraverso la Serata degli Auguri,  con altri denari nella disponibilità del Club, sino a raggiungere l’importo necessario  (1.016 euro) per l’acquisto del  BEL da donare.
  7.  16 febbraio 2016 – Invio del bonifico /Ordine alla società prodruttice del BEL, con l’incarico della consegna diretta del “bastone” alla beneficiaria
  8. consegna alla ragazza per consentirle di impratichirsi nell’uso, subito appena possibile.
  9. tentativi di incontri per verificarne l’efficacia e la soddisazione.
  10. Scambio di email per avere dei riscontri  “concreti”